Teatro Studio Dauno

+39 320.4942174 teatrostudiodauno@gmail.com

Menu
Michele Placido in ‘La voz a ti debida’

Michele Placido in ‘La voz a ti debida’

Di In Teatro Il 12 ottobre 2010


LA VOCE A TE DOVUTA – Adattamento testi e regia Pino Bruno.

Un viaggio all’interno di una generazione di intellettuali, quella che oggi definiamo la Generazione del 27, nucleo di poeti legati da amicizia straordinaria: un canzoniere dell’amicizia, composto da dediche, ricordi, ritratti, incontri, addii. Luis Alberti racconta la Spagna, il laboratorio in cui tutte le virtualità e contraddizioni culturali e politiche europee toccarono il loro culmine, raffigurando e fotografato un’epoca storica ben precisa: una vera missione poetica, fatta di devozione, spinta fino al sacrificio di uomini veri e ispirati, frequentatori di caffè letterari, professori degli atenei, demonici e civilissimi. Luis Alberti (Michele Placido) affascina l’intervistatore nel raccontare la natura libera, magica, rivoluzionaria di quei talenti come Garcia Lorca, Pedro Salinas, Pablo Neruda, Salvador Dalì, Luis Bunuel ed altri. Parla di situazioni fatte anche di spada, soli, terra, amore, sogni, cuore, labbra, primavera, assenza, radici, animali, morte, notti, musica….. L’intervistatore (Pino Bruno) parte per la Spagna, Madrid, per raggiungere la casa in cui vive Isabel Garcia Lorca (Maurizia Pavarini), la sorella diletta del grande poeta spagnolo. La conversazione diventa il racconto di una vita inizia con uno degli episodi a lei più cari, quando aveva diciassette anni e suo padre le permise di fare un viaggio, da sola, a bordo di una grande nave da crociera. Durante quel viaggio suo fratello Federico Garcia Lorca (Michele Placido) scrive “Nozze di Sangue”, prepara il suo viaggio in Argentina ed ha già l’idea di “Yerma”. Il ricordo delle gite in campagna a Granata, Manuel De Falla che accompagna gli altri musicisti al piano, gli spettacoli di burattini, Federico Garcia Lorca (Michele Placido) e le su improvvisazione di Don Cristobal, la Plaza de Toros di Granata, la teoria del gioco del torero de capa che ‘tiene duende e si muove nell’arena come le onde del mare, travolgono anche la stessa Isabel, signora riservata, solitaria ed insolita a rilasciare interviste. Le musiche di Granados, De Falla, Bizet, Ravel, Turina, Asturias, Albeniz, Ramirez, eseguite dal vivo contribuiscono a coinvolgere lo spettatore in situazioni magiche e surreali.

Michele Placido in ‘La Voz a Ti Debida’
Garzia Lorca e Luis Alberti: MICHELE PLACIDO
Isabel: Maurizia Pavarini
Il giornalista: Pino Bruno
Voce fuori campo: Guglielmo Rossini
Musiche di : Granados, De Falla, Bizet, Ravel, Turina, Asturias, Albeniz, Ramirez, Lalo, eseguite dal vivo da Ensamble musicale ‘U. Giordano’, con Ida Fratta (soprano), Dino De Palma (violino), Gianna Fratta ( pianoforte), e con l’intervento di Antonio De Palma (tenore).
Adattamento testi e regia: Pino Bruno.
Impianto scenico: Nicola Delli Carri.
Costumi; Shangrillà
Produzione Compagnia La Bottega dell’Attore.

©La Bottega dell’Attore-Teatro Studio Dauno

001 Placido_102 912X604
La voz a ti debida Michele Placido, Pino Bruno.
003 P. Bruno 912X608 LA VOZ A TI DEBIDA
004 La voz Placido912x608 036
005 La Voz 912x606 Mauri3
007 Mauri-Pino e Michele 912x606
008 la voz 912x606 DSC_0210